Il Profeta, il Gatto e il velocista tascabile...

Non sappiamo bene quante volate ci saranno all'imminente Giro 102. Di sicuro sappiamo che fino alle Alpi gli sprinter avranno diverse occasioni per darsi battaglia. Chi fra questi, poi, arriverà a Verona è molto difficile saperlo o immaginarlo.
Tutti, giustamente, aspettano il duello fra Viviani e Gaviria. Finora 4 vittorie per il profeta e 3 per il gatto. Nessuna di queste 7 particolarmente "rumorose", visto che entrambi puntavano alla Sanremo o ad altre semi-classiche come la Gand o la De Panne. Elia ha rifinito la condizione al Romandia (senza poter incidere), Fernando non corre dalla Roubaix (perlatro non terminata). Difficile sapere a che livello di condizione arrivino alla corsa rosa, dove non mancheranno i rivali. Il velocista tascabile Caleb Ewan ha ottenuto quest'anno 3 vittorie come Gaviria e lo stesso ha fatto il campione tedesco Pascal Ackermann, al suo debutto assoluto in un giro di tre settimane.
Nel parterre dei velocisti ci sono anche Demare (a secco da 9 mesi), Nizzolo, Belletti, Modolo, Mareczko, Cimolai, Canola più qualche altro outsider. Il primo duello potrebbe esserci già domenica a Fucecchio, altrimenti dovrebbe essere volata scontata a Orbetello lunedì. C'è anche un tema tattico abbastanza interessante: Lotto-Soudal, UAE, Dimension Data, EF, CCC e in parte la Deceuninck (perchè c'è Jungels) arrivano al Giro per andare a caccia di tappe, senza esigenze particolari nel dover curare la classifica generale. Questo significa che potranno aiutarsi a vicenda per controllare le tappe che sulla carta sono propizie agli sprinter, senza dover scaricare tutto il peso sulla squadra del leader di turno. Chi vincerà la prima volata avrà un bel vantaggio psicologico. Se l'anno scorso il duello fu esclusivamente una questione a due fra Viviani e Bennett, in questa edizione i contendenti saranno di più e di maggior valore. E i velocisti vorranno prendersi la copertina del Giro prima di vedere le sagome delle grandi montagne e magari salutare in anticipo la carovana...

Commenti

Post popolari in questo blog

Metti una sera a Santa Croce

Roglic: "I corridori non amano i media". Poveri noi...

Pantani, Marco, il Pirata...